• Arti visive,  Attualità

    Il mainstream fridakhaliano

    L’arte: un genio creativo che produce ciò che dà testimonianza della sua presenza nel mondo. Che sia soggettivamente un capolavoro o meno è qualcosa di pienamente soggettivo, ma siamo sicuri che la soggettività e l’oggettività non si facciano condizionare dalla…

  • Arti visive,  Letteratura

    Lumos Maxima

    “L’arazzo sembrava immensamente antico; era sbiadito e pareva rosicchiato qua e là dai Doxy. Tuttavia, il filo d’oro con cui era ricamato scintillava ancora abbastanza da mostrare un esteso albero genealogico che risaliva (per quanto ne capiva Harry) al Medioevo.…

  • Arti visive,  Letteratura

    Le solitudini urbane di Battisti e Panella

    Alla fine degli anni Settanta Lucio Battisti è già entrato nell’Olimpo della musica leggera italiana con canzoni che cannibalizzano le Hit Parade e che compaiono ancora dopo quarant’anni nei canzonieri – dei classici, insomma. Ha solo trentasei anni e il…

  • Arti visive

    I beni culturali non passano mai di moda

    Perché studi beni artistici? Perché ti interessano pennellate di colore? Quale occupazione speri di trovare continuando a studiare ciò che ha segnato le epoche passate? La risposta a queste domande potrebbe concludersi con “perché è interessante, perché l’arte mi suscita…

  • Arti visive

    Quando l’abito fa il monaco

    Se un qualsiasi pittore odierno dovesse dipingere l’uomo medio del ventunesimo secolo di certo lo raffigurerebbe con una t-shirt monocolore, un jeans strappato, un paio di Adidas con calzini coordinati e un immancabile cappellino con visiera a becco. Ovviamente lo…

  • Arti visive,  Attualità

    GIRLS JUST WANNA HAVE FUN

    “Benvenuti nell’era dell’anti-innocenza: nessuno fa colazione da Tiffany e nessuno ha storie da ricordare”. Così faceva il suo esordio nel 1998 la serie ideata da Darren Star, basata sull’omonimo romanzo di Candace Bushnell, Sex and the city. La serie, lanciata…

  • Arti visive

    The Social Network

    Uno schermo nero. Voci e rumori di stoviglie. In un pub un ragazzo e una ragazza chiacchierano. La conversazione che i due stanno avendo si rivelerà molto più significativa di quanto non sembri. Lui è Mark Zuckerberg (Jesse Eisenberg), lei…

  • Arti visive

    L’assoluto per Yves Klein

    Oggi il termine “artista” viene ormai usato in modo spropositato. Ma è davvero sufficiente praticare soltanto una delle belle arti (come riporta il vocabolario Treccani) per essere definiti tali? Forse sì, se intendiamo la mera professione. Forse no, se oltre…