• La storia di pochi

    Squillo del telefono. Segreteria telefonica: il cliente non è momentaneamente disponibile. Si prega di lasciare un messaggio dopo il segnale acustico. Bip. Ciao. Sono Cosimo. Senti scusa, non volevo metterti nei casini. Sono sparito senza dire nulla. E’ che non…

  • La storia di molti

    Sono solo il suo coinquilino. Sono il coinquilino di Cosimo, vivo con lui da poco più di un anno e, insomma, insomma, sono entrato in casa, mi aveva detto che non sarebbe uscito…aveva detto così. Ho provato a chiamarlo e…

  • Oltre il giorno dopo

    Mentre scrivo sono in un regionale veloce che mi porta da Taranto a Bari. Poi da lì una freccia sarà scoccata dall’arco della modernità in direzione Bologna. È chiaro fin da qui la metafora: la velocità di chi avanza –…

  • Le notti baresi di Dostoevskij

    La stagione teatrale barese quest’anno ha, per quanto riguarda la prosa, un indiscusso protagonista: Fëdor Dostoevskij. Sono ben tre, infatti, le opere dell’autore russo riadattate e proposte per i palcoscenici di Bari e collocate in punti cruciali del programma –…

  • Il mondo in una camicia a quadretti

    Ordine: Disposizione regolare di più cose collocate, le une rispetto alle altre, secondo un criterio organico e ragionato, rispondente a fini di praticità, di opportunità, di armonia. L’ordine è una disposizione la cui proiezione si muove dall’interno (la mente) verso…

  • E la cicala torna a cantare: i giovani migranti italiani

    L’uomo-gallo sopra Vitebsk, Marc Chagall, 1925, collezione privata È noto, ci sono zone di questo nostro mondo totalitario – liberista, consumista, tecnocratico e retoricamente (ma solo retoricamente) democratico – che scivolano sempre più lontano dal centro, diventano sempre più marginali,…